Il self-publishing rappresenta l'altra faccia del mondo editoriale, la diversità di porsi dell'autore, che torna a essere il registadella scrittura e della pubblicazione, in un ribaltamento che sa di copernicano: dall'editor-centrismo si passa all'autor-centrismo(...). Dal sigillo del vecchio editore, che - col suo pollice dritto o pollice verso - decideva della vitalità o della mortalità diun testo fin dal suo nascere, si passa oggi al suggello dell'autore, che, autopubblicandosi, sceglie responsabilmente e in piena libertà se, come e quando pubblicare, avvalendosi della professionalità offerta dalle piattaforme online esistenti.