Questo piccolo gioiello della letteratura romantica narra ventiquattr’ore della vita di Mozart, in viaggio verso Praga con la moglie per la prima rappresentazione del Don Giovanni. Sullo sfondo di un’accurata ricostruzione dell’epoca mozartiana, tra castelli all’italiana, carrozze a tre cavalli e boschi ombrosi, Morike ci presenta un Mozart trentunenne, “a testa nuda e in maniche di camicia”. Apparso per la prima volta nel 1856 e tuttora considerata l’opera più significativa mai dedicata al grande compositore, Mozart in viaggio verso Praga ci offre l’occasione preziosa di accostarci a questa immensa e strana figura, e di partecipare cosi del suo amore per la vita, delle sue debolezze e del suo istinto creativo al limite del sovrannaturale.