Questo breve scritto, pubblicato nel 1914, si impegna in una serratadiscussione: quanto conta in pittura l'occhio dell'artista? Potrebbe unapersona con problemi alla vista dipingere? Katz prende ad esempio simboloquello de El Greco, che avrebbe dipinto figure esangui a causa di una suamalformazione al bulbo oculare, per far orientare il lettore in un capitolocruciale della storia del pensiero estetico: l'aspirazione a esibire ifondamenti biologici dell'esperienza artistica.