La prima traduzione dell'edizione integrale di un testo uscito a Città del Messico nel 1943, in tempi di guerra che per Caillois coincisero con l'esilio in Argentina. Una raccolta di saggi, una riflessione che ci interpella con immutata radicalità, chiamandoci a decifrare il suo sillabario concettuale costruito su "ordine", "segreto", "vertigine", "sacro".