Il 19 luglio 1943 Roma subì il primo bombardamento alleato. Nel corso dei mesisuccessivi, fino alla liberazione del 4 giugno 1944, ce ne sarebbero statialtri cinquanta. Per l'Urbe, indifesa e illusoriamente convinta del propriocarattere quasi sacro, fu uno choc inatteso. Il bombardamento di Roma el'acceso confronto sull'opportunità di dichiarare la capitale "città aperta"costituiscono un punto nodale nella Campagna d'Italia, tanto nelle strategiealleate quanto nel vissuto degli italiani. A questo nodo, a come giorno dopogiorno si arrivò al bombardamento e alla liberazione di Roma è dedicato illibro che, attraverso una significativa raccolta documentaria e un riccoapparato di immagini, ricostruisce gli avvenimenti e il dibattito successivointerpretandoli nel più ampio contesto della seconda guerra mondiale.
On July 19, 1943 Rome suffered the first Allied bombing. Over the following months, until the release of the June 4, 1944, there would be other fifty. For the city, defenseless and delusively convinced of his own character almost sacred was one unexpected shock. The bombing of Rome and the heated confrontation over whether to declare the capital "open city" constitute a nodal point in the Allied campaign in Italy, both strategies because the Italians lived. In this node, as day after day he came to the bombing and the liberation of Rome is dedicated the book that, through a significant documentary collection and a rich array of images, reconstructs the events and the subsequent debate interpreting them in the broader context of World War II.